Piscologo a domicilio

By | 11 ottobre 2015

Il servizio di sostegno psicologico o psicoterapia a domicilio è stato pensato per chi ha difficoltà a spostarsi e raggiungere lo studio dello psicologo.

Coloro che richiedono uno Psicologo a domicilio possono essere persone che per motivi di salute sono impossibilitati, in maniera autonoma, a recarsi presso lo studio dello specialista, come per esempio nel caso di malati ortopedici o oncologici. Si dà la possibilità così al paziente di iniziare un percorso di sostegno psicologico che altrimenti verrebbe meno per motivi logistici.

Lo sportivo, amatoriale o professionista, in seguito ad un infortunio, potrebbe sentire la necessità di rivolgersi ad uno psicologo, considerando il momento particolarmente difficile in cui si passa da una vita caratterizzata da intensa attività sportiva a un periodo in cui si è costretti a stare fermi ed in cui si prevede un periodo più o meno breve di riabilitazione.

Chi si rivolge ad un personal trainer a domicilio potrebbe aver bisogno di un mental-coach anch’esso a domicilio. Molto spesso infatti chi decide di essere seguito da un professionista dello sport non è detto che abbia la motivazione e gli strumenti necessari per raggiungere e ottenere i risultati desiderati. Il Mental Coaching consiste proprio nell’aiutare le persone a trovare dentro di sé le risorse e nel definire meglio i propri obiettivi.

Lo psicologo a domicilio è utile anche per coloro che per motivi di lavoro/tempo non riescono a raggiungere il professionista presso il proprio studio.

Viene proposto inoltre, nel caso di donne in gravidanza difficile o per le neo-mamme che si trovano a dover affrontare un momento emotivamente delicato, caratterizzato spesso da umore depresso.

Nel caso di minori, in particolare per bambini con disturbo Generalizzato dello Sviluppo, disturbo dello Spettro Autistico, ADHD, Disturbi Specifici dell’Apprendimento. L’intervento, infatti, diviene più efficace con un ambiente strutturato e con una condivisione e generalizzazione dell’approccio all’interno del proprio ambiente familiare.

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *