Come accendere la motivazione allo sport

By | 11 ottobre 2015

Tutti noi sappiamo che l’attività sportiva migliora sia il benessere fisico che psichico ed è vero in quanto riduce lo stress, migliora la qualità del sonno, migliora l’efficienza dell’apparato cardiocircolatorio, previene disturbi cardiaci, migliora la funzionalità del sistema polmonare, previene il diabete, corregge e migliora la postura, riduce la massa grassa, migliora il tono muscolare, aumenta la forza e la resistenza e migliora anche il tono dell’umore. L’esercizio fisico infatti ci fa sentire bene, aumenta il rilascio delle endorfine le quali producono un senso di benessere, talvolta definito come ‘lo sballo del corridore’.

Tutte queste informazioni però spesso non bastano per spingerci ad iniziare una volta per tutte una qualsiasi attività sportiva e a prendere un impegno con noi stessi per rendere la nostra vita più attiva e che migliori il nostro benessere psicofisico.

Corsa al parco

L’ingrediente fondamentale da aggiungere a tutte queste informazioni oggettivamente rilevanti è quello della Motivazione.

6 step per accendere la Motivazione allo sport

A tal proposito suggerisco 6 passi che possono aiutarci ad essere più motivati:

  1. Definire un obiettivo da raggiungere: per avere un ruolo realmente motivante, l’obiettivo deve essere definito in maniera specifica ed essere moderatamente difficile ossia tenendo presente le proprie abilità affinché ci si possa percepire più competenti e quindi impegnarci maggiormente per raggiungerlo.
  2. Non concentrarsi solamente sul risultato finale: molto spesso, infatti, chi inizia un allenamento vorrebbe ottenere subito i risultati, ma con la modalità “tutto e subito” il rischio è provare frustrazione. Per ovviare a questo bisogna concentrarsi sugli obiettivi a breve termine pur tenendo a mente quelli a lungo termine. Gli sportivi orientati alla prestazione sono motivati ad imparare e a migliorare le proprie abilità e pensano che il successo sia determinato dall’impegno che investono in ogni allenamento giornaliero. Portiamo dunque pazienza e diamo tempo al nostro corpo per abituarsi all’allenamento.
  3. Scegliere un’attività che sia piacevole, che lasci sensazioni positive: provare emozioni positive cambia la percezione di ciò che facciamo. Più l’attività sportiva ci piace, più saremo motivati a volerla ripetere e dunque più alta sarà la probabilità che raggiungeremo i risultati desiderati.
  4. Rivolgersi ad un ‘esperto’ dello sport: se è da molto tempo che non ci alleniamo oppure abbiamo alle spalle anni di allenamento ma senza aver raggiunto un nostro obiettivo desiderato dobbiamo cambiare qualcosa. Chiedere ad un personal trainer di guidarci ed aiutarci a comprendere meglio come organizzare l’allenamento e come ottimizzare il tempo dedicato allo sport può essere un buon inizio.
  5. Concentrarsi sulle sensazioni positive derivate dall’allenamento. Molto spesso può succedere che prima di andare in palestra o di allenarci emergano pensieri negativi come “non ce la faccio per la stanchezza, mancanza di tempo, impegni ecc.”. Non sono altro che ‘alibi’ o ‘scuse’ che hanno il potere però di farci entrare in un circolo vizioso ‘negativo’ e quindi demotivarci. In questi casi fermiamoci ed evochiamo le sensazioni piacevoli che proviamo dopo un allenamento o usciti dalla palestra. Ciò che ci comunica il nostro corpo come le sensazione di “essere rilassato”, “sentirsi in forma”, “ricaricato” saranno tutte informazioni motivanti a darci la spinta per decidere di prendere la borsa ed andare in palestra.
  6. Registriamo i nostri successi. Decidere di iniziare un’attività sportiva, seguire tutti i consigli sopra descritti ci farà entrare nel circolo virtuoso ‘positivo’, aumenterà la nostra autostima ed il senso di autoefficacia. Registriamo i nostri progressi e ogni obiettivo raggiunto per ‘automotivarci’.

Date il via all’azione mettendo in pratica questi passi e vedrete come l’allenamento acquisirà un valore diverso, non sarà più un noioso appuntamento ma un’occasione per provare emozioni positive, accrescere la propria autostima, migliorare il benessere psicofisico e perché no anche un modo per socializzare e divertirsi!

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *